Recensioni Librarie

L'ingegno e le passioni dell'anima


Mario Costantino

pagg. 203 - Agor & Co edizioni - 2021 - 26,00


ormai mio costume segnalare libri importanti per la nostra disciplina con qualche ritardo. Non soltanto perch quando li acquisto li metto in libreria e li leggo dopo un po di tempo. Ma soprattutto perch soffro sempre di pi di allergia verso linesauribile bombardamento dei media su qualsiasi tipo di notizia e/o novit. Ivi incluse quelle librarie. Con il risultato, in questultimo caso, che se il libro non lo compri subito, poi te ne dimentichi, giacch nei giorni successivi thanno mitragliato la mente con altre novelle pubblicazioni. Adunque, lho pensata cos: a beneficio di coloro che per un motivo o per laltro pur essendone interessati sfuggito lacquisto di un testo importante zac! arrivo io a rinnovellare nel senno di costoro lesistenza di quel testo che a me pare importante. Ci doverosamente precisato e stabilito, veniamo a questopera di fondamentale importanza principalmente per coloro che possiedono gi conoscenza e pratica dellastrologia della tradizione, ma in una qualche misura anche per coloro che ne sono digiuni. Mario Costantino ben noto nel nostro ambiente, ma due cenni di presentazione sono opportuni qualora queste righe fossero sotto gli occhi di qualcuno che lo frequenta da poco tempo (il nostro ambiente, intendo). Allievo di Giuseppe Bezza sin dal 1991, unitamente a lui, a Marco Fumagalli, a Joe Fallisi, a Pasquale De Leo, a Roberto Riccio e al sottoscritto ha fondato nel 1999 lassociazione Cielo e Terra. Perdonate la sfilza di nomi, ma si tratta di amor di precisione, dato che quando ci si riferisce a tale associazione viene evocato soltanto il nome di Bezza, mentre lo slancio emozionale, passionale ed intellettivo a istituirla appartenne a tutti e sette i soggetti menzionati. Comunque Mario ne fu uno dei membri pi attivi, avendo diretto i primi numeri della rivista Phs. Qualche anno dopo, nel 2010, fond il suo sito www.astrologiaclassica.it assai ricco di contributi teorici sulla dottrina classica e di Geniture analizzate attraverso i suoi metodi e le sue tecniche. Attualmente, oltre che a impartire privatamente lezioni e seminari, collabora quale docente presso la Scuola Superiore di Astrologia Medio Cielo, fondata da Rocco Pinneri. Il saggio di cui qui ci occupiamo costituisce un testo fondamentale, e dunque necessario e prezioso, oltre che unico nel panorama editoriale. Vi si tratta largomento delle inclinazioni psicologiche secondo la geniale ed innovativa esposizione che ne fece Claudio Tolemeo nella Tetrabiblos, Libro III cap. XIV. Esposizione abbastanza chiara per coloro che hanno ben compreso il contenuto del trattato tolemaico non solo nei due Libri precedenti, ma anche nei capitoli dal I al XIII del predetto III Libro. Coloro che invece hanno tentato di leggerlo senza aver affrontato tutta la parte precedente, o non lo comprendono o hanno larroganza di averlo capito e se ne fanno beffe. Per umana piet mi astengo dal mostrarne degli esempi, che, ci tengo a dirlo, hanno afflitto la sensibilit degli ricercatori sobri e temperati. Il libro inizia con un sunto storico dellastrologia antica e dunque dei suoi princpi basilari, dopodich nei capitoli successivi espone il metodo di indagine sulle inclinazioni psicologiche secondo Tolemeo, che si erigono prevalentemente sulla dottrina della tripartizione dellanimo umano elaborata da Aristotele. Metodo non privo di complessit, ma che alla fine conduce linterprete a giudizi straordinariamente pertinenti. Seguendo il percorso dindagine suggerito da Mario Costantino, il lettore prendendo a parte i doverosi appunti e magari rileggendo i capitoli o i paragrafi pi di una volta, si impadronir di questo sistema di analisi dellanimo. Si apprezza lo sforzo di Mario non soltanto per riepilogare largomento a beneficio del lettore pi esperto (tentativo sempre encomiabile), ma anche di accompagnare coloro che meno esperti sono. Per la maggior comprensione della materia, nonch nel riuscito tentativo di allargare lindagine del maestro egiziano, Costantino riporta numerosi commenti sullargomento di autori di grande prestigio e competenza, quali in particolare Valentino Nabod e Gerolamo Cardano, ma non solo, dacch riferisce anche le opinioni di Efestione, Antigono, Ali ibn Rīdwān, al-Qābisi, Ali Aben Ragel, Giovanni Pontano, Giuliano Ristori, Francesco Giuntini, Antonio da Montulmo, Andalone di Negro. Ma anche brani di autori che non si riferiscono al testo tolemaico, ma che ne integrano la comprensione. In tal senso il lettore reperisce ulteriori stimoli di riflessione e di applicazione della dottrina. Lopera si chiude con un vasto capitolo contenente numerosi esempi (otto per la precisione) di personaggi pi o meno famosi, per cui quanto appreso nella parte teorica, trova qui il suo riscontro pratico. Essendo questo lo spirito dello sforzo dellautore, ossa restare nellmbito della tradizione apotelesmatica, pur avendone titolo egli in tutta umilt non si avventura ad esporre eventuali integrazioni con le scoperte delle moderne discipline psicologiche (psicanalisi, psicologia analitica, psicoterapie di varia scuola, psichiatria). Questo un esercizio nel quale chiunque ne sia interessato pu cimentarvisi per proprio conto. E se mai giungesse a conclusioni interessanti, pu condividerle con la comunit astrologica, godendone in cambio sempiterna riconoscenza. Ora, per chiudere, non si vuole affermare che il libro sia scevro di qualche perplessit. Il capitolo sulle malattie della psiche un po troppo stringato e non riferisce per intero il XV capitolo di Tolemeo. Cos come un qualche singulto pu cogliere il lettore dallosservazione dei grafici dei Temi Natali, giacch Costantino accumula in essi non solo i sette pianeti della tradizione, ma anche numerose Sorti e stelle fisse. Questioni marginali, invero: per le malattie della psiche gli interessati possono andarsi a studiare (o rileggere) il citato capitolo; per i grafici dopo un po ci si familiarizza e comunque quel che occorre per lanalisi ben descritto nel commento ad essi. Ognuno ha il suo stile. In estrema sintesi: un libro che non deve mancare nella biblioteca dellastrologo, professionista, ricercatore, appassionato o studente che sia. Frase fatta, si potrebbe eccepire. Ma non che tutte le frasi fatte siano prive di verit e/o di fondamento. Mi permetto di sostenere che in questo caso non mi sono dedicato ad un esercizio retorico. Provare per credere. giancarlo ufficiale